Blog di Genitori

Come dormire bene: 7 consigli pratici antistress

Come dormire bene? Leggi i miei consigli personali, provati su di me nel corso degli anni e hanno funzionato. Dall’alimentazione all’attenzione verso se stessi.

Genitorialmente ! Come dormire bene

Come dormire bene è una domanda che mi sono fatta spesso, più in passato che oggi, quando mi capitava di svegliarmi in piena notte e rimanere sveglia per almeno due ore.

C’è stato un periodo in cui, indipendentemente dall’ora in cui andavo a letto, mi svegliavo sempre alla stessa identica ora: 2:38. Per certi aspetti agghiacciante.

E’ davvero brutto quando di notte inizi a svegliarti a orari assurdi e non ti riaddormenti più e la stessa cosa succede il giorno dopo e così via per settimane e mesi.

Normalmente i consigli per dormire serenamente sono:

  • Temperatura della camera da letto a 20°
  • Attenzione all’alimentazione no a cibi pesanti o eccitanti
  • Non fare riposini pomeridiani o addormentarsi la sera sul divano
  • Creare l’ambiente giusto: no rumori e attenzione alla luce (soprattutto tenere spenti i cellulari)

Ma alcune volte questi consigli non bastano per dormire bene, perché quello che ci sveglia in piena notte sono i pensieri e lo stress.

Allora ci vuole altro. Bisogna lavorare su se stessi, con pazienza. Sono consigli importanti, che ho sperimentato su me stessa e hanno funzionato, per questo mi sento di condividerli con chi vive questo problema e sogna quel momento in cui a svegliarlo sarà solo la sveglia.

Come dormire bene – Fare sport: Quando ci svegliamo di notte la colpa è dei pensieri che non ci lasciano sereni. Io ho constatato che quando faccio sport dormo bene. Non so dire se sia perché sono più stanca o se è perché scarico la tensione, ma funziona. E’ importante praticare sport almeno 3 ore prima di andare a letto, non più tardi perché altrimenti l’adrenalina rilasciata durante l’attività fisica potrebbe crearti dei problemi a prendere sonno

Come dormire bene – Creare un pensiero parallelo: Spesso succede che un problema, un comportamento sbagliato non ti faccia dormire perché continui ad arrovellarti su quello che è successo e su chi ti ha causato quel torto. Continui a pensarci e più ci pensi più ti arrabbi con te stesso perché dai troppa importanza a chi ti ha fatto soffrire. Un circolo malefico non virtuoso che non ti fa dormire. Quindi devi trovare un pensiero parallelo, un progetto a cui devi dedicare tutte le tue energie. Questo deve diventare la tua fissa … positiva

Come dormire bene – Arrendersi e essere positivi: Alcune volte i problemi sono più grandi di noi, soprattutto se si tratta di problemi di salute. In quei casi bisogna arrendersi. Premetto che non sto dicendo che sia facile, ma quando le cose sono al di fuori del nostro controllo e noi non ci possiamo fare nulla dobbiamo arrenderci. Arrenderci vuol dire accettare che possiamo non dormire, piangere, disperarci perché siamo esseri umani. Positività significa che, per quanto le cose vadano male, bisogna aggrapparsi ai pochi segni di positività. Danno forza a noi e a chi ha bisogno della nostra forza e possono aiutarci a fermare il nostro cervello che è “stanco” di pensare solo a cose negative, pian piano ci rilasseremo e torneremo a dormire

Anche per dormire bene ci vuole impegno. 8 consigli pratici importanti per trovare la serenità notturna e combattere i pensieri e lo stress che ci tengono svegli.

Blog di genitori - Manu e Flavia | Genitorialmente

Photo by Paul on Unsplash

(Visited 146 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − dodici =

Iscriviti alla Newsletter

Scuola – Schede da scaricare - Genitorialmente
Figli al centro – gli psicologi rispondono - Genitorialmente

Genitorialmente collabora con PsyBlog: PSICOLOGIA E RELAZIONI

Studio di psicologia Psynerghia

Per conoscerci o contattarci

Genitorilmente - Manu e Flavia - Chi Siamo        Genitorilmente - Manu e Flavia - Contatti

Fai like sulla nostra Pagina Facebook

I Nostri Argomenti Preferiti

Genitorialmente Creativi: The Creative Factory

Genitorialmente Cretivi: The Creative Factory

MammacheBlog Autunno 2017