Libri per adolescenti sull'Olocausto: Il diario di Jorg | Genitorialmente

Libri per adolescenti sull’Olocausto: Il diario di Jorg | Genitorialmente

Per la nostra rubrica del venerdì, “il libro della settimana”, oggi presento uno dei più interessanti libri per adolescenti sull’olocausto

Il diario di Jorg – la tragedia della verità nella vita di un ragazzo tedesco
di Giuseppe Pederali

Il libro che presento oggi è stato consigliato alla mia primogenita dalla sua insegnante di lettere, come lettura per le vacanze estive. Come sempre quando compro un libro per i miei figli, non posso fare a meno di sfogliarlo, e, come spesso mi capita, mi sono appassionata alla lettura.

Questo romanzo, scritto sotto forma di diario, ha come tema l’olocausto, visto con gli occhi di un adolescente, figlio di un ufficiale delle SS.
Il libro presenta il tema dell’olocausto ai nostri giovani in un modo molto interessante, privo d’ideologismi, ma in maniera chiara ed esaustiva.

Libri per adolescenti sull’Olocausto

Jorg adora suo padre, è un uomo forte, e nella sua uniforme nera ed elegante incute soggezione e rispetto. Jorg è molto orgoglioso dell’impressione che suscita sugli altre il fatto di essere figlio di un ufficiale delle SS. Suo padre lavora nel campo di concentramento di Dachau. Di quello che fa al lavoro, però, non ne se parla molto in casa, Jorg sa solo che suo padre sorveglia i detenuti e che tutti quelli che vengono imprigionati sono uomini cattivi e dei nemici della Germania.

A poco a poco però Jorg comincia a farsi delle domande, casualmente incontra una famiglia ebraica, non ancora internata perché il padre svolge un lavoro utile al Reich. Non riesce, tuttavia, a capire come mai non assomigliano alle figure che gli vengono presentate nel corso di “Scienze Razziali”. Non riesce neppure a capire come quel bimbetto denutrito e mal vestito possa essere considerato un nemico della patria.

Dopo la promozione del padre a hauptsturmführer, Jorg e la sua famiglia si trasferiscono in Polonia, vicino ad Auschwitz Birkenau, il campo dove suo padre è stato trasferito. Il suo più grande cruccio è dover lasciare Marian, la sua prima “quasi” fidanzata.
Ad Auschwitz, sebbene lui non possa neppure avvicinarsi al campo, comincia ad avere alcuni dubbi sul lavoro del padre e man mano prende consapevolezza delle atrocità del nazismo.

Avrei voluto domandare alla mamma di spiegarmi meglio la storia degli ebrei nemici della Germania, ma ho lasciato perdere: come al solito mi avrebbe risposto che era meglio sentire papà.
Non voglio domandarlo a lui. Se mi dicesse che è giusto imprigionare donne e vecchi e i bambini ebrei, io non saprei capire. Forse sono ancora troppo piccolo, o forse il dottor Kasper non ci ha spiegato bene durante la lezione di scienza della razza.
Però mi piacerebbe sapere dove portano gli ebrei chiusi nei carri bestiame.

Il diario di Jorg è un libro che mi sento sicuramente di consigliare per spiegare un tema così complesso e drammatico agli adolescenti. Per loro sarà semplice immedesimarsi nel giovane Jorg, con i suoi primi amori e con i sui primi dubbi adolescenziali.

Buona lettura a tutti i nostri adolescenti e ai loro genitori.

Genitori - Manu e Flavia | Genitorialmente

Con questo post partecipo al venerdì del libro di homemademamma

(Visited 604 times, 1 visits today)