Come costruire efficacemente un lavoro a distanza è la domanda che molti di noi si sono fatti in questi giorni.

Nel contesto della pandemia globale coronavirus COVID-19, molti dipendenti sono stati inviati dai datori di lavoro a casa. Ciò è dovuto a una riduzione del rischio di infezione nei trasporti pubblici e in luoghi affollati, che sono uffici.

Per tutti quelli che come me sono abituati alla solita routine, a interagire con i colleghi è estremamente difficile abituarsi ai bambini che corrono mentre si cerca di lavorare e alla mancanza degli strumenti necessari e dei contatti umani.

Con questo articolo insieme a Jobsora abbiamo pensato a cinque consigli importanti su come costruire un lavoro a distanza in questo tempo di quarantena forzata.

Come costruire efficacemente un lavoro a distanza | Genitorialmente

Come costruire efficacemente un lavoro a distanza: 5 passaggi importanti

1. Ergonomia del posto di lavoro

Senza accorgercene questo potrebbe diventare un problema. E’ importante trovare una posizione che ci permetta di mantenere una postura corretta. I gomiti non devono pendere dal piano di lavoro, altrimenti le spalle e il cingolo scapolare saranno molto doloranti. Non sappiamo quanti giorni durerà la quarantena e per questo periodo è possibile avere problemi alla vista o alla schiena.

 2. I corretti strumenti di lavoro

E’ importante provare a ricreare “la propria scrivania” quindi tenere a portata di mano il computer, blocchi, carte, insomma tutto quello che ci normalmente utilizziamo quando siamo sul nostro posto di lavoro.

3. Stabilire il giusto ritmo produttivo

Chi non è abituato a lavorare da casa si può trovare di fronte a due situazioni diametralmente opposte:

  • Continuare a distrarsi e non riuscire a portare a termine il proprio compito
  • Rimanere concentrato sul computer o nel proprio lavoro senza concedersi neanche un piccolo break.

Entrambi gli atteggiamenti sono sbagliati, come in tutte le cose è necessario un po’ di allenamento, quindi sarà importante fare un elenco delle cose da fare e anche concedersi delle pause, sia per non ritrovarsi completamente bloccati a fine giornata sia per “alleggerire” la concentrazione e lo stress lavorativo.

4. Attenzione agli aspetti psicologici

Ricordiamoci che siamo stati catapultati in questa nuova realtà in un modo che potremmo definire “violento”. Non abbiamo avuto alcun preavviso nè modo di abituarci gradualmente, inoltre le notizie che ci circondano sono negative e sono fonte di grande preoccupazione e paura per noi e per i nostri familiari.

5. Introdurre un programma efficace

E’ importante cercare di mantenere una certa regolarità negli orari, sia quelli di inizio e termine giornata, sia quelli per il pranzo.

E’ importante concedersi delle pause, basta guardare fuori dalla finestra o fare un pò di allenamento. Ma non dovete lasciarvi distrarre dai film o dalla comunicazione sui social media, questo può trascinarsi per ore.

Come costruire efficacemente un lavoro a distanza: gli ostacoli

Coloro che cercano di creare un’atmosfera lavorativa a casa spesso si lamentano di una serie di inconvenienti. Consideri come superarli nel modo più efficace:

Affaticamento veloce. È causato da pigrizia, una sedia scomoda, un lavoro monotono e magari rumori di sottofondo. Cuffie e musica possono diventare un valido alleato.

Distrazione costante dalle persone che camminano accanto. Qui è meglio usare uno paravento o mettere un tramezzo. Diamo tempo anche ai nostri figli di abituarsi a questa nuova realtà

Alla domanda “Come costruire efficacemente un lavoro a distanza” la risposta è con organizzazione e pazienza.

Pazienza verso noi stessi e soprattutto verso i nostri figli che non stanno capendo come mai mamma e papà sono a casa e non possono giocare tutto il tempo con loro.

Blog di genitori - Manu e Flavia | Genitorialmente
(Visited 45 times, 1 visits today)