Perché non lasciamo sbagliare i nostri figli? Genitori iperprotettivi a tutte le età. Sempre pronti a fornire un aiutino o un alibi. E’ colpa nostra io ne sono consapevole, ma non riesco a mollare la presa. Siamo spesso influenzati da una società in continua competizione dove tutti devono essere i più bravi, capaci, intelligenti, belli, ecc…

Genitorialmente | Perché non lasciamo sbagliare i nostri figli

Il bello è che noi genitori quando ci incontriamo ci mentiamo. “Lo fanno crescere nella bambagia e non è in grado di fare nulla senza avere mamma o papà alle spalle” o ancora “Mio figlio non voglio che cresca sotto una campana di vetro” …. L’ho detto anche io, sicuramente non lascio le mie figlie sotto una campana di vetro ma ogni tanto vorrei, lo ammetto in certe circostanze, vorrei davvero farlo. Ecco l’ho detto.

Perché non lasciamo sbagliare i nostri figli?

Cerchiamo di capire quali sono i nostri perché, quanto siamo influenzati dalla società e se ci comportiamo così sempre o se invece degli errori sono ammessi più facilmente

Le nostre aspettative: quando si parla di aspettative riusciamo a fare una distinzione chiara fra quelle che sono le nostre aspettative di genitori e quelle dei nostri figli? Le nostre sono sempre più alte. Vogliamo che emergano per noi o per loro? Scuola, sport, cos’altro? Sbagliare vuol dire fallire o non rispettare le aspettative? Perché è così importante essere sempre all’altezza?

Perché non lasciamo sbagliare i nostri figli?

Tempi: La vita che aspetta i nostri figli è davvero molto competitiva, noi genitori lo sappiamo perché lo viviamo sulla nostra pelle tutti i giorni. Credo che sia giusto spingere i nostri figli a ottenere il massimo delle loro capacità, però forse abbiamo troppa fretta. Sbagliare vuol dire “perdere tempo”, arrivare dopo. Arrivare tardi mi spaventa. Non so se è perché qualcuno è arrivato prima di te e ti ha superato o perché temo che “perdano il treno”.

Perché non lasciamo sbagliare i nostri figli?

Le nostre paure. Non ce la faccio a vederle soffrire. Questo per me è l’ostacolo principale. Lo so che dai fallimenti si impara. Non solo lo so, ma l’ho vissuto sulla mia pelle, eppure non ce la faccio. Tra l’altro ho due figlie completamente diverse e quindi quello che sto imparando dalla prima di 16 anni non serve alla seconda di 14, troppo diverse.

E se sbagliare avesse invece un effetto boomerang? Se il fallimento a scuola, in uno sport o in un’amicizia li portasse a chiudersi in se stessi, a ritenersi incapaci o non accettati dagli amici? Non tutti i figli hanno lo slancio di orgoglio. Non tutti sono uguali ed è così che mi viene voglia di dargli un aiutino, di consigliare, di proteggere. Fino a dove posso arrivare a dargli quell’aiutino? Quando devo fermarmi e lasciarle sbagliare? Io ho paura che soffrano.

Perché non lasciamo sbagliare i nostri figli?

Le nuove esperienze: Spingo sempre le mie figlie a fare nuove esperienze. Mi faccio prendere dall’entusiasmo di quelle che oggi sono le miriadi di opportunità che possono cogliere i nostri figli. Ma poi, quando arriva il momento della verità mi prende il panico. Sono seria, la mia non è una preoccupazione contenuta, ma una cosa seria. Una preoccupazione che cresce giorno dopo giorno, che in alcuni momenti mi toglie il fiato e mi accorgo che con il passare degli anni peggiora. Cosa fare?

Perché non lasciamo sbagliare i nostri figli?

Alibi e senso di colpa: La parola chiave è maturità. Maturità dei nostri figli e di noi adulti nel ruolo di genitori. Come dico spesso alle mie figlie “Io non so come si fa ad essere un genitore, sto imparando”. La conseguenza logica di questo pensiero è che se io ho bisogno di tempo è lo stesso anche per le mie figlie.

Ad esempio ecco quali sono i pensieri che si rincorrono nella mia mente:

Se adesso mia figlia non è abbastanza matura per capire l’importanza della scuola e studiare in autonomia, forse è giusto che io l’affianchi (come facevo quando era più piccola), perché magari lei ha bisogno di più tempo per maturare…

Se non lo faccio subentra il senso di colpa.  Potevo aiutarla e non l’ho fatto… magari aveva semplicemente bisogno di più tempo e io non ho capito. Quando il senso di colpa è motivato?

Perché non lasciamo sbagliare i nostri figli?

Quando possono sbagliare? Mai o esiste un momento in cui i nostri figli possono sbagliare? Credo che la risposta dipenda dall’importanza che noi genitori (sempre noi ..) diamo a quei momenti. Ma è giusto? In fondo siamo noi gli adulti.

Perché non lasciamo sbagliare i nostri figli? Lo chiedo in maniera accalorata alle psicologhe dello studio Psynerghia. Fra qualche giorno pubblicheremo le loro risposte e i loro consigli all’interno della rubrica Figli al centro. Io vorrei davvero far sbagliare le mie figlie perché credo che solo così possono crescere realmente, ma purtroppo non ci riesco.

Blog di genitori - Manu e Flavia | Genitorialmente

Nella rubrica Figli al centro troverai le domande dei genitori che come te cercano delle risposte o dei consigli. Troverai anche le risposte e i consigli che stai cercando, questi sono solo alcuni degli argomenti che abbiamo trattato:
(Visited 67 times, 1 visits today)