Blog di Genitori

La sicurezza in rete dei giovani: Safer Internet Day

La sicurezza in rete dei giovani è un problema da tenere in grande considerazione. I dati sono preoccupanti, il Safer Internet Day è il giorno dedicato alla sicurezza in rete e al rapporto fra i giovani e i nuovi media, quest’anno è il 6 febbraio.

Genitorialmente | La sicurezza in rete dei giovani

La sicurezza in rete dei giovani è strettamente legata ai problemi di cyberbullismo, troppo spesso sottovalutato dai nostri figli, perché loro “sanno tutto e sanno sempre gestire la situazione” (le mie figlie mi dicevano così), poi abbiamo letto insieme Il Cyberbullismo spiegato ai mie figli,  e abbiamo fatto il “giochino” che c’era all’interno, hanno cambiato idea.

Ma partiamo dall’inizio: quanto tempo passano le mie figlie sul web? A dire la verità non lo so, le vedo spesso, molto spesso con la testa china sul cellulare, forse in totale 2 ore al giorno.

Sappiamo quanto tempo passano sul web i nostri figli?

Ce lo dice l’Istat grazie ad una ricerca sviluppata per Save the Children:

Il 50% dei bambini fra 6 e 10 anni usa regolarmente Internet.

Ora la domanda può essere solo una:

E’ corretto che bimbi così piccoli stiano regolarmente su internet?

Questo dato sale a circa il 90% se ci spostiamo verso l’adolescenza ovvero fra un’età compresa fra i 12 e i 17 anni.

Ma cosa significa regolarmente?

La ricerca “Che genere di tecnologie” di Save the Children è molto chiara:

il 20% degli adolescenti dai 12 ai 17 anni è connesso dalle 5 alle 10 ore al giorno

durante la settimana scolastica.

Alt fermi tutti, io avevo detto due ore e già mi sembrava tanto.

Questi risultati sono una media, ma anche così la situazione è preoccupante. Possiamo anche decidere di non crederci, ma è una ricerca fatta dall’ Istat , quindi credo proprio che la sicurezza in rete dei giovani sia davvero un argomento da non sottovalutare.

Per fortuna c’è il Safer Internet Day che richiama la nostra attenzione su questo problema, perché noi siamo fagocitati dalla vita di tutti i giorni e spesso non ci accorgiamo di quello che ci succede sotto gli occhi.

Credo che a questo punto sia chiaro che come genitori dobbiamo stare attenti a quanto tempo i nostri figli passano in rete, MA non possiamo lottare contro i mulini a vento. I nostri figli continueranno a navigare in rete e a frequentare i social anche se noi “vigiliamo”, quello che invece possiamo e dobbiamo fare è insegnargli a farlo bene.

La sicurezza in rete  è una cosa che dobbiamo insegnargli da piccoli. Gli insegniamo ad attraversare la strada? Se ci pensiamo bene i nostri figli frequentano più il web che le strade, purtroppo, mi viene da dire.

La sicurezza in rete dei giovani: come insegnarla?

Per tutti i genitori di bambini e di ragazzi suggerisco di visitare questo sito Generazioni connesse – La miniserie #SuperErrori, sviluppata in collaborazione con il Miur, è perfetta per i bambini delle elementari e delle medie che stanno iniziando a navigare in rete, ma io la guarderò anche con le mie figlie che sono un po’ più grandi. Messaggi semplici e chiari che arrivano diretti al nocciolo del problema e dei rischi che si possono correre. I 7 personaggi sono:

  • #Chatwoman
  • #Silverselfie
  • #l’incredibileURL
  • #l’uomotaggo
  • #laRagazzavisibile
  • #Tempestata
  • #ilpostatorenero

Genitorialmente | La sicurezza in rete dei giovani

La sicurezza in rete dei giovani, e non solo, vuol dire tutela della privacy e la #Ragazzavisibile invece posta qualunque cosa senza pensare, si fa prendere dall’entusiasmo. Posta le sue foto, il suo indirizzo e il telefono. Una volta ha inviato al suo ragazzo foto intime, tanto lui non le avrebbe mai fatte vedere a nessuno. Ma poi si sono lasciati e …

Genitorialmente | La sicurezza in rete dei giovani

La sicurezza in rete dei giovani e degli adulti (anche noi abbiamo da imparare) vuol dire conoscere la reale identità di chi sta chattando con te. #Catwoman chattava sempre, così vinceva la sua timidezza e conosceva tante persone, poteva essere se stessa, ma chi chattava con lei era veramente chi diceva di essere?

La sicurezza in rete dei nostri figli è qualcosa che non possiamo ignorare e che non possiamo delegare ad altri. Sediamoci con loro e insegniamo loro ad esempio a stare lontani dalle fake news, a riconoscere i veri amici e impariamo a conoscere il loro mondo. Sicuramente anche i nostri figli hanno molto da insegnarci sulla rete.

 

Blog di genitori - Manu e Flavia | Genitorialmente

Ringraziamo il Safer Internet Center per il materiale fornito.

 

(Visited 80 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 − due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla Newsletter e sarai sempre aggiornato sui nostri post.
Compilando questo modulo d’iscrizione alla Newsletter di genitorialmente.it , si dichiara di aver leggi l’informativa privacy
Si dichiara inoltre di essere consapevoli che il trattamento dei dati è necessario per ottenere il servizio descritto nell’offerta, di essere maggiorenni e si dà il consenso al trattamento dati per le finalità e con le modalità indicate nell’informativa privacy

Scuola – Schede da scaricare - Genitorialmente
Figli al centro – gli psicologi rispondono - Genitorialmente

Genitorialmente collabora con Psynerghia: PSICOLOGIA E RELAZIONI

Psynerghia

Per conoscerci o contattarci

Genitorilmente - Manu e Flavia - Chi Siamo        Genitorilmente - Manu e Flavia - Contatti

Fai like sulla nostra Pagina Facebook

I Nostri Argomenti Preferiti

Genitorialmente Creativi: The Creative Factory

Genitorialmente Cretivi: The Creative Factory