Blog di Genitori

Come aumentare l’autostima nei bambini: piccoli trucchi

Come aumentare l’autostima nei bambini: piccoli trucchi | Genitorialmente

Come aumentare l’autostima nei bambini: piccoli trucchi | Genitorialmente

Ci siamo già occupate del tema dell’autostima nei nostri adolescenti e abbiamo chiesto anche il supporto delle psicologhe che ci aiutano ad approfondire tematiche così delicate; l’autostima però è qualcosa sulla quale occorre “lavorare” con costanza fin dai primi giorni di vita dei nostri bambini.

Come aumentare l’autostima nei bambini – cos’è l’autostima

In pochissime parole l’autostima è la percezione e il giudizio di sé stesso; sempre semplificando molto i concetti, possedere un’alta autostima significa quindi avere fiducia in sé, nelle proprie capacità.

Non ci si deve, però, confondere con la semplice esaltazione momentanea per un successo; un’alta autostima è qualcosa di costante e permanete.

Come aumentare l’autostima nei bambini: piccoli trucchi – ogni giorno un piccolo tassello

Noi genitori abbiamo un ruolo fondamentale per creare nei nostri figli un’alta autostima. Per fare questo dobbiamo metterli in condizioni di sperimentare esperienze di successo; dobbiamo consentirgli di compiere azioni alla loro portata creando i presupposti perché possano riuscirci. Sostituirci a loro nelle azioni di ogni giorno può rendere i nostri bambini veramente insicuri. Dobbiamo permettere ai bambini di iniziare a fare le loro esperienze (e anche di sbagliare) fin da piccoli, vale a dire nel momento in cui cominciano a dare impulso alla loro voglia d’indipendenza. Non occorre pensare a cose particolari, basta permettere ai bambini anche piccoli di iniziare a vestirsi o mangiare da soli, facendo in modo che tutto ciò che serve loro sia a portata di mano e avendo la pazienza di rispettare i loro tempi. I bambini scoperanno che ce la possono fare, giorno dopo giorno creeranno una visione positiva di loro stessi costruendo così un’alta autostima.

Come aumentare l’autostima nei bambini: piccoli trucchi – sottolineare i loro successi

Cominciando a sperimentare potranno anche sbagliare; ma saper accettare i piccoli insuccessi è un passaggio obbligato per far capire che non occorre pretendere da sé stessi la perfezione.

Sottolineare invece i loro successi rafforzerà la sicurezza nelle loro capacità. L’autostima è influenzata infatti anche dai giudizi degli altri; per molto tempo noi saremo il loro “specchio sociale” ovvero lo specchio grazie al quale inizieranno a percepirsi. I nostri pareri saranno quindi fondamentali per lo sviluppo di un’alta autostima.

Come aumentare l’autostima nei bambini: piccoli trucchi – l’amore

L’autostima passa anche dall’esperienza dell’affetto; è importante che i bambini si sentano “meritevoli” di amore e affetto. Le nostre parole restano scolpite dentro di loro; quando li rimproveriamo per qualcosa, deve essere quindi chiaro che l’amore che proviamo per loro non è mai messo in discussione.

Insomma, costruire nei bambini un’alta autostima richiede è un impegno continuo ma non è un’impresa impossibile; passa dai gesti di ogni giorno; anche da una carezza e dalla lode per ciò che hanno fatto o da un incoraggiamento per superare i piccoli fallimenti.

Genitori - Manu e Flavia | Genitorialmente

(Visited 602 times, 1 visits today)

2 commenti

  1. 13 novembre 2017    

    Sono completamente d’accordo con quello che scrivi ed ogni giorno cerco di avere la giusta dose di pazienza per rispettare i tempi delle mie bimbe. Peró ad esempio con mia figlia più grande, è molto difficile fargli fare le cose alla sua portata, perchè tende a voler fare quello che facciamo noi, senza peró accettare consigli o un aiuto per le cose più difficili che ovviamente non sono alla portata di una bambina di sette anni. In questi casi gli insuccessi tendono a farla arrabbiare, e fa fatica a capire che il papá o la mamma per imparare ci hanno messo molto tempo ed hanno sbagliato molte volte.
    Mi sono reso conto che spesso è la facilità con cui facciamo qualcosa che porta mia figlia a sottovalutarla. Per questo ho iniziato durante le varie attivitá in cui mi aiuta o mi guarda a far vedere maggiormente l’impegno, cercando di trasmettergli anche un pò il senso di difficoltà. Spero che questo la possa aiutare a far crescere la sua autostima ed ad imparare che per riuscire a fare qualcosa serve sempre il giusto impegno.
    Un saluto
    Lorenzo

    • 15 novembre 2017    

      Hai perfettamente ragione! Questo è proprio l’altro lato della medaglia, fargli capire quanto impegno ci vuole per ottenere dei risultati; vale nelle cose pratiche come dicevi tu e a maggior ragione varrà sempre di più crescendo, dalla scuola al lavoro. Grazie di aver condiviso questa riflessione.
      Flavia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + 1 =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla Newsletter e sarai sempre aggiornato sui nostri post.
Compilando questo modulo d’iscrizione alla Newsletter di genitorialmente.it , si dichiara di aver leggi l’informativa privacy
Si dichiara inoltre di essere consapevoli che il trattamento dei dati è necessario per ottenere il servizio descritto nell’offerta, di essere maggiorenni e si dà il consenso al trattamento dati per le finalità e con le modalità indicate nell’informativa privacy

Scuola – Schede da scaricare - Genitorialmente
Figli al centro – gli psicologi rispondono - Genitorialmente

Genitorialmente collabora con Psynerghia: PSICOLOGIA E RELAZIONI

Psynerghia

Per conoscerci o contattarci

Genitorilmente - Manu e Flavia - Chi Siamo        Genitorilmente - Manu e Flavia - Contatti

Fai like sulla nostra Pagina Facebook

I Nostri Argomenti Preferiti

Genitorialmente Creativi: The Creative Factory

Genitorialmente Cretivi: The Creative Factory