Blog di Genitori

Libro sulla sordità: Un diverso sentire

Libro sulla sordità: Un diverso sentire | Genitorialmente

Libro sulla sordità: Un diverso sentire | Genitorialmente

Cosa significa crescere in una famiglia dove tutti, tranne te, sentono con gli occhi e parlano con le mani?

Lo racconta magnificamente Véronique Poulain nel suo romanzo autobiografico:

Un diverso sentire di Véronique Poulain.

Un diverso sentire non è solo un libro sulla sordità ma è anche un libro sulla diversità, sicuramente sul valore della diversità ma anche e forse soprattutto sulla difficoltà di dover affrontare ogni giorno queste differenze.

La società fa fatica ad accettare le persone diverse, ci si può immaginare cosa vuol dire per un’adolescente dover accettare una famiglia diversa dalle altre.

La vita di Véronique è veramente strana: i suoi genitori sono sordomuti lei no. Véronique è costantemente in bilico tra due mondi quello che vive ogni giorno a scuola, con i nonni e con gli amici e quello che vive nella sua casa, con la sua famiglia ; il primo è fatto di rumori, di suoni e musica, il secondo, invece, è fatto di silenzio e di gesti.

La sua vita è completamente diversa da quella degli altri bambini, fin dai suoi primi giorni di vita; Véronique non piange, neppure da neonata, tanto i suoi genitori non accorrerebbero ai suoi lamenti, perché non la possono sentire.

Veronique oltre ad imparare a parlare deve immediatamente imparare il linguaggio dei segni; inizia così il suo compito di interprete tra i suoi genitori e il resto del mondo.

I suoi genitori la mettono spesso in imbarazzo, non se ne rendono conto, ma spesso emettono suoi imbarazzanti con la bacca o addirittura rumorosissime flatulenze che loro non sento ma che gli altri, sentono benissimo. Allo stesso tempo è molto orgogliosa dell’impegno dei suoi genitori per dare ai sordi le stesse opportunità degli altri e per diffondere, anche tramite il teatro e i documentari, la cultura tra i sordi e per far conoscere agli altri la loro esperienza.

La vita di Véronique è una continua altalena che oscilla tra orgoglio, vergogna e rabbia.

Il linguaggio dei segni

In questo libro sulla sordità l’autrice ci presenta anche un linguaggio sorprendente, dove ogni parola anziché essere pronunciata con la bocca è espressa da tutto il corpo; un linguaggio che aiuta a entrare in sintonia con il proprio corpo. Il linguaggio dei segni ancora non è perfettamente internazionale; tuttavia permette, in modo molto semplice, di comunicare anche tra persone di nazionalità differenti.

Un diverso sentire di Véronique Poulain non è solo un libro sulla sordità ma è un libro che ha molto da insegnarci sulla diversità e sul rispetto.

Voglio dei genitori che parlino, che MI parlino, che ci sentano, che MI ascoltino. E ho l’impressione che altrove vada meglio. Ma a quanto pare mi sbaglio: nessuna famiglia è normale. Sarei potuta nascere tra persone che inculcano nei figli l’odio per il prossimo. O in una famiglia di alcolisti, oppure carica di segreti, o dove il papà si diverte a giocare al dottore con la figlioletta, o ancora in una famiglia per la quale contano soltanto le apparenze, insomma in una famiglia come tante! È stato solo quando me ne sono andata via da casa che ho potuto trovare loro delle circostanze attenuanti. In fondo i miei genitori avevano un buon motivo per non parlarmi. Forse addirittura il migliore.

Un diverso sentire di Véronique Poulain

Buona lettura!

Genitori - Manu e Flavia | Genitorialmente

Con questo post partecipo al venerdì del libro di homemademamma

(Visited 80 times, 1 visits today)
Similar posts
  • Lavoretti di Natale per bambini: segnaposti natalizi Una delle cose più belle di questo periodo, sono i mille Lavoretti di Natale per bambini che si possono creare per rendere più bella la casa o la tavola. Con i gemelli ho cominciato a preparare i segnaposto natalizi per il mega pranzo di famiglia. I segnaposto natalizi sono molto semplici da realizzare e si [...]
  • Come scegliere la scuola superiore: 8 consigli importanti Come scegliere la scuola superiore: 8 consigli basati su esperienza e buon senso. Scegliere la scuola superiore è un percorso da affrontare con i propri figli con la giusta calma e determinazione. Ecco come. Come scegliere la scuola superiore giusta è la domanda che mia figlia sta facendo a se stessa e a noi ormai [...]
  • Come portare gli sci in spalla: porta sci fai da te Con tre bambini raggiungere le piste con gli sci in spalla, gli scarponi ai piedi e il terreno ghiacciato è una vera tortura; così abbiamo trovato come portare gli sci in spalla senza che diventi una tortura. La soluzione è il porta sci fai da te. In teoria ognuno dovrebbe portare i propri sci, io [...]
  • Come gestire la separazione con figli. Le paure di un genitore. Come gestire la separazione con figli è l’argomento di questo mese. Le storie di tre donne ci guideranno attraverso i problemi più importanti della separazione con figli. Due psicologhe ci aiuteranno con la loro esperienza a trovare le risorse per gestire questo momento così amaro e complicato   Racconteremo la storia di tre mamme: Selena, Antonella [...]
  • Come fare la valigia per la settimana bianca Preparare bene la valigia per le vacanze è importante, ma preparare bene la valigia per la settimana bianca è veramente fondamentale, le cose da portare sono veramente molte e, se non ci si organizza bene, è facile dimenticare qualcosa. Come fare la valigia per la settimana bianca: checklist da scaricare Per prima cosa occorre preparare [...]

LASCIA IL TUO COMMENTO: A NOI INTERESSA!

1 Commento su "Libro sulla sordità: Un diverso sentire"

Notify of
avatar
trackback

[…] Genitorialmente […]

wpDiscuz

Iscriviti alla Newsletter

Scuola – Schede da scaricare - Genitorialmente
Figli al centro – gli psicologi rispondono - Genitorialmente

Genitorialmente collabora con PsyBlog: PSICOLOGIA E RELAZIONI

Studio di psicologia Psynerghia

Per conoscerci o contattarci

Genitorilmente - Manu e Flavia - Chi Siamo        Genitorilmente - Manu e Flavia - Contatti

Fai like sulla nostra Pagina Facebook

I Nostri Archivi

I Nostri Argomenti Preferiti

Segnalati da…

Genitorialmente Creativi: The Creative Factory

Genitorialmente Cretivi: The Creative Factory

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: