Blog di Genitori

Le imprese impossibili: Spiegare il tempo ai bambini

Una delle cose che trovo più difficili in assoluto è spiegare ai bambini il susseguirsi dei giorni della settimana e peggio ancora i mesi e le stagioni.

Avete presente quei dibattiti interminabili tipo:
Io: Domenica andiamo dai nonni (subito mi pento dell’affermazione e mi chiedo perché non l’ho comunicato semplicemente 10 minuti prima di uscire da casa?).

Piccolo A: Ma domenica è oggi?
Io: No domenica è domani, oggi è sabato.
Piccolo G: ma hai detto che oggi è venerdì.
Io: Beh ieri ho detto “oggi è venerdì”, e quindi saremmo andati in piscina. Poi abbiamo fatto la nanna ed è diventato sabato. Dopo che fai la nanna, oggi diventa ieri e domani diventa oggi.
Piccolo A e piccolo G: —- (Silenzio assoluto ed occhio perplesso).
Piccolo A: ma domani non andiamo all’asilo?
Io: No, domani andiamo dai nonni. Domani è domenica e l’asilo è chiuso.
Piccolo G: Ma allora tu non vai al lavoro?

E così via per dieci minuti, alla fine mi sono incastrata talmente tanto, che non so neppure più che giorno è oggi e quasi quasi chiamo mia mamma e le dico che non vado così la finiamo con questa discussione.

Scherzi a parte credo sia un concetto veramente complesso, così ho pensato che sarebbe stato più facile spiegarlo con dei disegni.

Abbiamo preparato insieme due cartelli, uno per i giorni della settimana e uno per i mesi dell’anno (per il post ho trasformato i disegni dei gemelli in immagini, ma la parte più bella è stata far disegnare a loro gli appuntamenti della settimana e i riferimenti ai mesi).

Insegniamo i giorni della settimana

Per ogni giorno della settimana abbiamo trovato una peculiarità, ad esempio sabato siamo a casa tutti insieme e domenica si va a pranzo dai nonni, mentre il venerdì è il giorno della piscina e così via per gli altri giorni.

Discorso analogo per i mesi e, qui forse ho un po’ esagerato, anche le stagioni.

Gennaio è facile, ci sono un sacco di cose, inizia l’anno nuovo arriva la befana e soprattutto il compleanno dei gemelli.

A febbraio facciamo la nostra consueta gita sulla neve, così abbiamo messo un bel pupazzo di neve.

A marzo oltre al compleanno della signorina G, abbiamo l’inizio della primavera.

Siamo arrivati così a dicembre, confesso che su novembre ho avuto delle difficoltà, allora ho rimediato con una bella promessa, a novembre faremo una gita nel bosco alla ricerca delle castagne.

Poi abbiamo attaccato i cartelli al frigorifero e ogni giorno spostiamo il magnete sul giorno corrente, ed eventualmente sul nuovo mese.
In questo modo anche loro cominciano a capire che ogni giorno dobbiamo spostare il magnete dedicato ai giorni della settimana e che quindi anche il fatto che ad un certo punto oggi diventa ieri e domani e diventa oggi non è una cosa da pazzi che si è inventata la mamma.
Anche i loro appuntamenti settimanali non sono più un mistero.
Sanno in anticipo quando devono andare in piscina o quando è il giorno del pranzo dai nonni.

Voi quali soluzioni avete trovato per spiegare il susseguirsi dei giorni? Accetto, molto volentieri, tutti i vostri suggerimenti.

Se volete invece scaricare il mio esempio con i mesi dell’anno cliccate qui

(Visited 1.475 times, 1 visits today)

LASCIA IL TUO COMMENTO: A NOI INTERESSA!

DACCI IL TUO PARERE: È MOLTO INTERESSANTE

Notify of
avatar
wpDiscuz

Iscriviti alla Newsletter

Scuola – Schede da scaricare - Genitorialmente
Figli al centro – gli psicologi rispondono - Genitorialmente

Genitorialmente collabora con PsyBlog: PSICOLOGIA E RELAZIONI

Studio di psicologia Psynerghia

Per conoscerci o contattarci

Genitorilmente - Manu e Flavia - Chi Siamo        Genitorilmente - Manu e Flavia - Contatti

Fai like sulla nostra Pagina Facebook

I Nostri Argomenti Preferiti

Genitorialmente Creativi: The Creative Factory

Genitorialmente Cretivi: The Creative Factory