Blog di Genitori

Il libro della settimana: Topo Tip. Ma io volevo un fratellino!

Genitorialmente | Topo Tip. Ma io volevo un fratellino!Dai 4 anni in poi, la mia signorina G, ha cominciato a tormentarmi che lei era troppo sola, che non sapeva con chi giocare, che si annoiava, che lei era la sola figlia unica della sua classe. È arrivata a dire che era disposta condividere i suoi giochi, purché arrivasse una sorellina!!

Con una sorellina avrebbe potuto giocare per ore con bambole e vestitini.

Topo Tip. Ma io volevo un fratellino!

Immaginate la gioia della signorina G, quando le abbiamo detto che ero incinta.
La felicità è raddoppiata quando abbiamo scoperto che erano gemelli; ma quando abbiamo appurato che erano due maschi, è iniziata la disperazione…

Addio sogni di giochi con bambole e vestitini.

Genitorialmente | Topo Tip. Ma io volevo un fratellino!Tra l’altro la complicata gravidanza e la nascita prematura dei fratellini non sono stati così semplici da gestire per me e mio marito ed effettivamente è stato molto “doloroso” per lei vedere quanto tempo mi portavano via i fratelli. Invece, di avere compagnia, si era ritrovata ad avere meno tempo della madre a propria disposizione; come è facile immaginare non l’ha presa benissimo.

Un buon aiuto per affrontare le situazioni complicate, come sempre, lo abbiamo trovato nei libri, così per la nostra rubrica del venerdì, “il libro della settimana”, oggi voglio proprio consigliarvi un libro che ci ha dato una mano in quel periodo così complicato:

Topo Tip. Ma io volevo un fratellino!

Come già vi ho raccontato, presentando le avventure del topino alle prese con la mamma che comincia a lavorare (“Topo Tip: mamma non andare a lavorare”) o con l’inserimento alla scuola materna (Topo tip non vuole andare all’asilo), le illustrazioni sono bellissime e le storie sempre coinvolgenti per i nostri bambini.

Genitorialmente | Topo Tip. Ma io volevo un fratellino!

Anche in questo caso, immedesimandosi con il topolino, i bambini capiscono che anche se l’arrivo del nuovo fratellino non è esattamente come se lo erano immaginato, loro sono diventati ancora più importanti, perché oltre ad essere sempre amati dai genitori, saranno anche un importantissimo punto di riferimento per il nuovo arrivato.

Buona lettura ai genitori e ai bambini!



Con questo post partecipo al venerdì del libro di homemademamma.

(Visited 508 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + 18 =

Iscriviti alla Newsletter

Scuola – Schede da scaricare - Genitorialmente
Figli al centro – gli psicologi rispondono - Genitorialmente

Genitorialmente collabora con PsyBlog: PSICOLOGIA E RELAZIONI

Studio di psicologia Psynerghia

Per conoscerci o contattarci

Genitorilmente - Manu e Flavia - Chi Siamo        Genitorilmente - Manu e Flavia - Contatti

Fai like sulla nostra Pagina Facebook

I Nostri Argomenti Preferiti

Genitorialmente Creativi: The Creative Factory

Genitorialmente Cretivi: The Creative Factory

MammacheBlog Autunno 2017