..da tortura a super festa.

Eccoci alla fine delle scuole, i bambini sono stanchi e noi genitori più di loro. In più, ora cominciano tutte le attività di chiusura anno.

party in piscina

Così una volta abbiamo il saggio di hip hop o di ginnastica artistica, un’altra il mini torneo “all day long” di calcio o di basket e un’altra ancora il concerto del coro della scuola; il tutto farcito con la mitica pizzata di fine anno.

Che vuol dire circa 25 bambini, con almeno un genitore ciascuno, chiusi in una pizzeria. Il tutto “arricchito” di sguardi in cagnesco del proprietario che vorrebbe uccidervi per il casino che fate, ma ovviamente simula un sorriso per evitare di perdere 50 clienti; se poi la pizzeria non la riempiamo tutta noi, ci sono pure i commenti degli altri avventori (commenti sacrosanti, per altro).
Insomma seratina tutta “relax”.
Nella nostra classe però da qualche anno abbiamo svoltato, e ora si fa un PARTY IN PISCINA!!!

No no, nessuno di noi è un riccone con villa dotata di piscina, sto semplicemente parlando delle piscine comunali.
Ormai quasi tutte le piscine comunali o centri sportivi mettono a disposizione le loro strutture e i relativi animatori per le feste di compleanno o di classe. Le informazioni, in genere, si trovano sui siti del comune che rimandano poi al sito del centro sportivo. Se poi volete fare le cose in grande, ci sono anche le strutture private, ad esempio vicino a Milano c’è Acquaworld (http://www.acquaworld.it.).

Noi abbiamo optato per la piscina comunale vicino a casa nostra. Il nostro party si svolge così: i bambini fanno un’ora e mezza in vasca con gli istruttori che li fanno giocare e intanto noi mamme restiamo a prendere il sole nella vasca scoperta. Quando i bimbi finiscono, fanno un’oretta di giochi all’aperto e poi ci viene servito un ricchissimo happy hour. La giornata è così piacevole che solitamente viene la famiglia al completo, non essendoci problemi di spazio si possono portare anche i fratellini; i papà una volta tanto non si lamentano di dover partecipare. Infine, anche il costo per partecipante è inferiore a quello di una serata in pizzeria e pure questo non guasta!!

Insomma, ora anche per noi mamme la pizzata di fine non è più un incubo e la aspettiamo come un’ottima e piacevole occasione per conoscere meglio i compagni di classe e le relative famiglie.

(Visited 213 times, 1 visits today)